Nuovo logo, polemiche note

Negli ultimi due giorni si è scritto e detto molto sul nuovo logo Juve. La questione è ghiotta per analizzare la percezione che in generale si ha del mestiere della comunicazione visiva. Tutti hanno l’illusione di capirne, tutti pensano che la questione sia semplice… come andare in salumeria e scegliere il prosciutto giusto. LA COMUNICAZIONE VISIVA è un’attività consulenziale. Nessuno vende nulla (i marchi e le campagne non sono merce da spaccio), si progetta strategicamente prevedendo segni, simboli e campagne pianificando interventi mirati che porteranno benefici all’azienda cliente (negli ultimi anni sfruttando anche i nuovi vettori della comunicazione che viaggiano in rete come i social network).

01

Molti pensano che tutto sia ridotto alla soggettività di chi realizza il marchio o lo sceglie, non è così. Non esiste bello e brutto: esiste FUNZIONA E NON FUNZIONA, è COMUNICATIVO e NON E’ COMUNICATIVO. Nessuno si sognerebbe di andare presso un famoso studio legale per contestare le strategie messe in campo (è un’attività di pari dignità, è una consulenza). Per inciso, il nuovo logo Juve l’ha pensato INTERBRAND: un network internazionale molto importante che già in passato si era occupato del restyling del vecchio logo bianconero. Insomma non si tratta di un marchio improvvisato.

02

 

La cultura del “design”, da noi, vive tempi duri, questo spiega in modo chiaro come si sia rovinato il mercato, come oggi ci si affidi sempre più a smanettoni da PC credendo che l’abilità nel gestire le macchine sia garanzia di competenza ed efficacia dal punto di vista delle strategie comunicative. Ciò che i veri professionisti oggi propongono fatica a vedersi riconoscere il meritato valore proprio per questo. Bisognerebbe comprende materie come Basic e Type Design, psicologia della percezione visiva, Teoria del colore, Editoria ecc. …la cui conoscenza sono la base (solo la base) per operare bene. Adv Studios come altre scuole di Design si impegna da sempre a diffondere la cultura del buon progetto.

03

Il giudizio sul nuovo logo della Juve non può che essere dunque parziale, non conoscendo il brief e gli obiettivi figli di questa rivisitazione, tantomeno le azioni che parallelamente (e in coordinato) verranno messe in campo per supportarlo. Di sciuro il nuovo marchio non è stato pensato perchè possa sollazzare la soggettività di tanti tifosi (la Juventus è la squadra di calcio che solo in Italia ne vanta 14 milioni). Per loro non resterà che accontentarsi dei gol di Higuain o delle parate di Buffon, quelle sono universalmente comprensibili.

Per maggiori conoscenze in merito al Graphic Design partecipa al corso di Graphic Design presso la scuola ADV Studios di Nola. Per info chiama lo 0818235957 oppure visita il sito www.advstudios.net.

Pubblicato da: Adv Studios