Street Art

Alla fine del Novecento viene svelata l’illusione dell’eterno benessere, del potere tecnologico dell’Uomo sulla Natura,  la crisi della grande industria ed, in seguito  allo  sradicamento territoriale e sociale, viene inventato  un nuovo modo di “vivere” e comunicare attraverso lo sviluppo delle telecomunicazioni e del web.

Con la globalizzazione, l’individuo comincia a sentirsi estraneo a casa propria:  è così che  nasce il Graffitismo e poi la Street Art.

opct_d693c59fc87ce94a5090bc14f9e4610b

 

Come segno di  ribellione per riprendersi la propria identità, tant’è che il Graffitismo è spesso una marchiatura del territorio. La Street Art diventa  sottrazione di spazi pubblici alla cartellonistica pubblicitaria e questo gesto nasce  dal un bisogno di restituire all’uomo una casa in cui riconoscersi.

Gli artisti e le opere di street art sono sempre più apprezzate anche dai più aspri critici del settore. Prima erano definiti solo scarabocchi colorati senza senso sui muri delle città che l’amministrazione cittadina cancellava, ma oggi gli artisti dello street art hanno  un posto nel mondo dell’arte.

Per esempio Banksy è l’artista più famoso di questo settore e le sue opere sono conosciute in tutto il mondo.

nofuture-www.banksy.co_.uk_2 My_Own_Banksy_by_HaZel2388

La street art diventa design urbano. Tanti sono i corsi che vengono fatti per imparare a studiare l’arte di strada o arte urbana, sicuramente collegata al design grafico.

La scuola ADV Studios propone il Corso di Graphic Design presso la sua sede di Nola. Approfitta degli sconti fino al 40%.

Per informazioni consulta il sito www.advstudios.net o chiama lo 0818235957.

 

Pubblicato da: Adv Studios

Tagged , , , , , , , , , , , , , ,